FAQ

Perché ora?

Per 15 anni con la nostra attività ci siamo impegnati principalmente affinché i nostri clienti potessero sperimentare il potere straordinario della musica, costruendo e vendendo sistemi audio wireless per la casa dal suono eccellente. Come azienda dobbiamo fare di più per lottare a difesa dei nostri valori.

Perché la musica?

Noi di Sonos mettiamo la musica alla base di ogni azione. È il nostro epicentro. Crediamo nella tutela dei diritti universali dell’uomo e delle sue libertà, ma la musica rappresenta il fulcro della nostra missione come azienda. Lavorando per tutelare e promuovere la musica, ci muoveremo anche spinti dalla nostra grande convinzione che una maggiore libertà per la musica significa una maggiore libertà per tutte le altre forme di espressione come la stampa, il cinema, le forme di contestazione o, al contrario, di approvazione.

La musica ha bisogno di essere promossa e tutelata? Sembra che stia già bene così.

Eppure, purtroppo, oggi la musica è sempre più minacciata. Troppi artisti incontrano ostacoli quando si tratta di libera espressione e accesso alle informazioni. Le comunità non hanno abbastanza spazio e risorse per permettere a tutti i musicisti di essere ascoltati. Abbiamo difficoltà a far emergere nell’economia moderna una nuova generazione di amanti della musica. La musica, così come il cinema, subisce molte violazioni alla libertà di espressione artistica. La nostra incapacità di tutelare la musica si traduce in incapacità di difendere le libertà fondamentali di tutti gli uomini.

Ma Sonos cosa sa sull’attivismo?

Per questo motivo abbiamo deciso di impegnarci ad ascoltare e a sostenere gli attivisti in prima linea. È importante riconoscere i nostri punti di forza e i nostri punti deboli come azienda. Noi sappiamo costruire speaker dall’audio eccellente e connetterli in wireless meglio di chiunque altro. Ma non siamo attivisti. Altri lo sono, non noi. Vogliamo utilizzare le nostre risorse esclusive, tra cui il grande potenziale di comunicazione, le risorse finanziarie, un grande pubblico che condivide l’amore per la musica, i nostri solidi rapporti con gli artisti musicali, per lavorare a sostegno delle organizzazioni che operano in prima linea. Con il tempo poi, e grazie all’ascolto degli altri, anche noi impareremo a essere degli attivisti e a costruirci una credibilità in quel mondo.

Ma si tratta solo di libertà di espressione? I musicisti devono affrontare molti più ostacoli.

Si tratta di qualcosa che va ben oltre la libertà di espressione. Abbiamo identificato cinque obiettivi chiave che sosterranno la nostra missione principale nel tutelare e promuovere il futuro della musica. Questi obiettivi sono:

  • Contrastare la censura e promuovere la libertà di espressione per gli artisti in difficoltà.
  • Difendere l’accesso alle informazioni e i diritti digitali di musicisti e altri artisti.
  • Offrire spazio e strumenti per permettere ai musicisti di essere ascoltati.
  • Promuovere la cultura musicale nelle comunità svantaggiate.
  • Ispirare la futura generazione di artisti, ingegneri e scienziati.

Quanto ci stiamo impegnando in questa direzione?

Sono stati stanziati 1,5 milioni di dollari in sovvenzioni libere nei prossimi tre anni per finanziare organizzazioni di base che lavorano sui nostri cinque obiettivi chiave.

Come riassumereste il vostro approccio? Cosa lo rende diverso?

Il nostro approccio è concepito per raggiungere risultati significativi e duraturi nella nostra missione seguendo questi cinque principi chiave:

  • Iniziare a livello locale: costruire una rete globale di ONG di base.
  • Supportare su ampia scala: offrendo piccole sovvenzioni a più gruppi.
  • Offrire i nostri spazi: per aiutare gli attivisti a fare quello che sanno fare meglio.
  • Ascoltare e imparare: creare le basi per utilizzare la nostra voce successivamente.
  • Rimanere concentratii: lasciare che siano gli obiettivi della nostra missione a guidarci in ogni momento.

Con quale frequenza rilasciate le sovvenzioni?

Lanceremo la piattaforma delle sovvenzioni “Ascolta meglio” all’inizio del 2018 con una prima tranche di sovvenzioni. Da quel momento in poi, le sovvenzioni saranno rilasciate su base annuale.

Come posso fare domanda?

Al lancio della piattaforma delle sovvenzioni “Ascolta meglio” sarà creata una procedura di domanda che verrà gestita da questo sito web. Nel frattempo, condividi le tue informazioni qui e noi, da parte nostra, condivideremo con te aggiornamenti periodici su tutte le attività riguardanti “Ascolta meglio”.

In che modo questo modello di offerta di piccole sovvenzioni produrrà un impatto?

Quando abbiamo elaborato la strategia per “Ascolta meglio”, abbiamo fatto molte ricerche e, cosa più importante, abbiamo ascoltato le organizzazioni di base che operano in prima linea per effettuare un cambiamento in linea con la nostra missione e obiettivi prefissati. Abbiamo chiesto loro: In che modo Sonos può creare un impatto davvero positivo per te e le altre organizzazioni come la tua? Il nostro approccio è nato da questi insegnamenti chiave:

  • I cambiamenti più duraturi sono quelli che partono dalle persone. Secondo il National Committee for Responsive Philanthropy, ogni dollaro investito da chi concede sovvenzioni nella difesa della politica, organizzazione sociale e impegno civile, produce un ritorno di 115 dollari a vantaggio della comunità.
  • Le fondazioni aziendali tradizionali supportano in modo sproporzionato le ONG più grandi lasciando sottofinanziati i gruppi di base. Secondo Nonprofit News, il 2,3% delle organizzazioni no-profit rappresenta il 90% delle entrate no-profit negli Stati Uniti.
  • Le iniziative a livello locale hanno particolarmente bisogno di supporto. Questo è stato il messaggio forte e chiaro che abbiamo ascoltato dagli attivisti nel corso dei nostri colloqui con loro.